Domenica 26 marzo - Ultimo aggiornamento 13:01
Sei in: Home > Cronaca
CRONACA - REGIONALE
data articolo17 febbraio 2017

Divorzio congresso ridicolo,Merola

Divorzio congresso ridicolo,Merola

No a un partito di reduci

Divorzio congresso ridicolo,Merola
"Fermatevi, usare il tema della data del congresso per fare una scissione è ridicolo. Si sforzino di darsi un po' di fiducia reciproca. Facciano entrambi un passo avanti, invece che chiedere un passo indietro. Se no falliamo tutti. A quel punto sarebbe meglio rottamare sia Renzi che Bersani" esorta il sindaco di Bologna Virginio Merola.
"Non possiamo essere un partito di reduci, un partito personale.
Uscite dal Novecento, per favore". Per evitare la scissione "si fa che ogni candidato presenta la sua mozione e ci si mette d'accordo che prima di andare alle primarie si fa una conferenza programmatica, in cui ognuno spiega la sua idea. Un dibattito di merito. Poi si procede con i gazebo. Il guaio delle primarie subito - Renzi dovrebbe riconoscerlo - è che ci si divide immediatamente tra persone, non tra idee. Non impicchiamoci alle date. Fare una scissione su questo è ridicolo". "Bersani e la sinistra del Pd avrebbero ottimi argomenti da portare al congresso, magari anche per convincermi".
commenta

bologna.ogginotizie.it